Arrawelo

Da wikiafrica.
Versione del 11 giu 2008 alle 09:05 di 213.140.21.231 (Discussione)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

Esistono diverse storie legate a questa leggendaria regina. Secondo una di queste, Arraweelo, nella sua giovinezza fu testimone di molte guerre e constatò che molte decisioni prese dal consiglio degli uomini erano errate e poco sagge. Pensava di poter risolvere il problema sostituendo gli uomini inetti con delle donne, ma poiché il suo stesso marito disapprovava le sue idee, Arraweelo organizzò un vero sciopero delle donne e mentre gli uomini erano intenti a badare ai bambini e a svolgere le faccende domestiche, si proclamò regina e regnò per molti anni in pace e prosperità. Speriamo che ci sia una Arraweelo anche tra noi. Secondo un’altra versione Arrawelo era una scaltra e terribile regina che soggiogava gli uomini castrandoli. Una volta stava facendo il bagno nell’unico pozzo della regione, quando giunse una grande mandria di cammelli molto assetati che non bevevano da 90 giorni. La regina era molto grassa e ci metteva molto tempo per lavarsi. I cammellieri aspettarono alcuni giorni e quando i loro animali iniziarono a morire di sete osarono chiedere a Arrawelo il permesso di abbeverarle. La regina rispose in questo modo Maanta far baa mayrla’ee, hay fadhiyo geelu (un dito non è ancora lavato che i cammelli aspettino) Maanta far baan mayrayaa, hay fadhiyo geelu (anche oggi mi sto lavando un dito, che i cammelli aspettino.

note -connessione tra mito di Arrawelo e l'escissione - esiti moderni del mito

Banti Giorgio, Tradizione e innovazione nella letteratura orale dei somali, in Africa, LI, 2, 1996, p.174-202