Utente:Gianfranco/isgi

Da wikiafrica.

Società

SGI, I presume?

come e quanto è presente la Società Geografica Italiana in ambito locale? come è radicata nel territorio? che tipo di attività organizza a livello locale?


Sappiamo che la SGI è la più importante istituzone geografica continentale. Fuori Europa, la SGI intrattiene relazioni con altre società geografiche extraeuropee? e di che tipo?

Wiki

Il mondo dei geografi è collaborativo? Potrebbe esserlo di più? Se sì, come?

Le informazioni scientifiche sono condivise nella comunità scientifica o ci sono scuole di pensiero che procedono per percorsi separati?

Nella metodologia, qual è l’attenzione alla neutralità ed all’oggettività del dato che si ottiene dallo studio?

Ci sono dei limiti alla diffusione della conoscenza della geografia? Se sì, quali sono i più gravi, e quali ne sono le cause?

Ci sono possibilità e disponibilità non sfruttate, o da valorizzare, che potrebbero aiutare la geografia a raggiungere un maggiore interessamento generale?

La diffusione della geografia è penalizzata da qualche fattore critico?

Cosa arriva, oggi, della geografia, nella vita quotidiana? Cosa ritiene che dovrebbe arrivarci?


Geografia oggi

Dopo un secolo come il XX che ha rimescolato tutto, lo studio della geografia è cambiato o i principi della disciplina sono sempre gli stessi?

Come è cambiato lo studio della geopolitica negli ultimi decenni, dopo il muro di Berlino e la globalizzazione?

La Società Geografica Italiana è attiva dagli anni delle esplorazioni avventurose, oggi siamo passati all'epoca dei satelliti che vedono ogni minimo dettaglio: le esplorazioni di persona, sul campo, in cosa sono insostituibili?

Quali sono i temi e gli argomenti della geografia di cui oggi c’è maggiore necessità di approfondimento? Quali sono le “frontiere” odierne di questa scienza?

In quale modo lo studio della geografia può aiutarci nella gestione del territorio, rispetto ai grandi cambiamenti climatici?

Cosa c'è nella 24 ore del geografo modello?

E nei suoi sogni?

Rapporti altre scienze

In una recente intervista Lei ha sottolineato la necessità di un riavvicinamento fra la figura del geografo e quella dello storico. In cosa in concreto un approccio di questo tipo potrebbe giovare alle rispettive discipline?

A parte la storia, ci sono altre discipline con le quali il rapporto di collaborazione scientifica è più intenso?

Ci sono alcuni effetti pratici di queste collaborazioni di cui si possa cogliere segnale nella vita di tutti i giorni?



I suoi primi 140 anni

in che modo lo Stato ha influito nelle campagne di esplorazione italiane? nella scelta dei luoghi, nelle motivazioni profonde...


In 140 anni di storia ci sono mai state difficoltà o periodi di crisi, dovuti, ad esempio, all'ingresso delle nuove tecnologie?

L'obiettivo della Società è quello di diffondere le conoscenze geografiche. I giovano sonosolo potenziali destinatari o anche possibili nuove risorse?

Quali programmi avete intenzione di avviare o sono già in corso d'opera per i nuovi soci o collaboratori giovani?