Frontex

Da wikiafrica.

Frontex (dal francese Frontières extérieures; "Agenzia europea per la gestione della cooperazione internazionale alle frontiere esterne degli Stati membri dell'Unione europea") è un'istituzione dell'Unione europea il cui centro direzionale è a Varsavia, in Polonia. Il suo scopo è il coordinamento del pattugliamento delle frontiere esterne aeree, marittime e terrestri degli Stati della UE e l'implementazione di accordi con i Paesi confinanti l'Unione europea per la riammissione dei migranti respinti lungo le frontiere.

Frontex è stata fondata dal decreto del Consiglio d'Europa 2007/2004. L'agenzia ha iniziato ad operare il 3 ottobre 2005 ed è la prima ospitata in uno dei paesi di recente adesione dell'Unione. Nel 2008 il budget dell'Agenzia è stato raddopiato a 70 milioni di euro, di cui 31 saranno destinati soltanto alle missioni di pattugliamento delle frontiere marittime, nel Mediterraneo e nell'Oceano Atlantico.[1] Sul suo operato hanno espresso critiche Amnesty International[2] e l'European Council for Refugees and Exiled[3] (Ecre). Le critiche riguardano i respingimenti di potenziali rifugiati politici in Paesi terzi non sicuri. Sulle rotte dell'immigrazione clandestina infatti, viaggiano sia migranti economici che richiedenti asilo.

Secondo dati ufficiali[4], nel 2007 Frontex ha coordinato 22 missioni di pattugliamento, che hanno portato all’arresto di 19.295 migranti, di cui 11.476 in mare, 4.522 a terra, e 3.297 negli aeroporti. Nel 2006 i migranti fermati erano stati 32.016.

Le principali missioni sono

Nome della missione Luogo di dispiegamento delle forze
Nautilus Canale di Sicilia
Hera Oceano Atlantico
Indalo Stretto di Gibilterra
Poseidon Mar Egeo
Minerva Porti andalusi, Spagna
Hermes Mediterraneo centrale, tra Algeria e Sardegna
Zeus Porti della Germania
Fifa Germania nel periodo dei mondiali di calcio 2006
Niris Tra la Germania e i Paesi Scandinavi contro l’immigrazione cinese
Ariane Germania e Polonia
Gordius Romania, Slovacchia e Ungheria
Herakles Ungheria
Kras e Drive In Slovenia
Ursus Romania, Slovacchia, Ungheria e Polonia
Euro Cup 2008 Austria e Svizzera, durante i Campionati Europei di Calcio del 2008
Amazon, Agelaus, Hydra, Extended Family, Long Stop, Argonauts Aeroporti europei

Un capitolo a parte del bilancio[5] di Frontex, è invece destinato alla formazione del personale, con progetti di rimpatrio congiunto, ricerca di auto rubate e anche addestramento di cani.

Note

  1. Bilancio Frontex 2008
  2. http://www2.amnesty.de/__C1256A380047FD78.nsf/0/F9CAAF960589D06FC1257364002DEE86?Open&Highlight=2,frontex
  3. http://www.ecre.org/files/Refugees%20Access%20to%20Protection%20in%20Europe%20FULL.pdf
  4. http://fortresseurope.blogspot.com/2006/01/frontex-reports-budget-and-activities.html
  5. http://www.infinitoedizioni.it/fileadmin/InfinitoEdizioni/rapporti/Frontex_Draft_Estimated_Revenue__Expenditure_2008_N1_Rev1.pdf

Collegamenti esterni