Visto d'ingresso

Da wikiafrica.

Il visto di ingresso[1] è l'autorizzazione per il transito o il soggiorno nel territorio italiano rilasciata ai cittadini stranieri.

Modalità

I cittadini di alcuni paesi non hanno l'obbligo di richiesta del visto per attività quali turismo, missioni, affari, inviti e gare sportive per soggiorni non superiori ai 90 giorni, diversamente dai cittadini di altri paesi che ne hanno,in ogni caso, l'obbligo.Il visto deve essere richiesto alle ambasciate o ai consolati italiani del paese d'origine o di stabile residenza del richiedente; esso non può essere rilasciato nè prorogato allo straniero che già si trovi in Italia.Chi faccia richiesta del visto deve necessariamente indicare la finalità, i mezzi di sostentamento per il viaggio ed il soggiorno e le condizioni di alloggio. Il visto normalmente viene stampato o incollato all'interno del passaporto o altro titolo di viaggio, ma può anche essere rilasciato sotto forma di documento a sé.

Tipologie

La distinzione principale è quella che esiste tra visto di breve o lunga durata.Il visto di breve durata, detto Visto Schengen uniforme, consente il transito o il soggiorno per periodi inferiori ai 3 mesi (lo straniero che sia residente in uno stato dell'area Schengen e titolare di un valido permesso di soggiorno è esente dal farne richiesta tranne che per motivi di lavoro autonomo o subordinato e sempre per periodi che non superino i 90 giorni).Il visto per soggiorni di lunga durata,o Nazionale,è obbligatorio per tutti gli stranieri;esso consente il soggiorno per più di 3 mesi, con uno o più ingressi in Italia ed eventualmente permettendo il transito (non superiore ai 5 giorni) nel territorio dei paesi Schengen. Esistono 20 tipologie di visto d'ingresso:adozione, affari, cure mediche, diplomatico, familiare al seguito, gara sportiva, invito, lavoro autonomo, lavoro subordinato, missione, motivi religiosi, reingresso, residenza elettiva, ricongiungimento familiare, studio, transito aeroportuale, transito, trasporto, turismo, vacanze-studio

Categorie

  • Il visto di tipo A concesso esclusivamente per necessità di transito aeroportuale;
  • Il visto di tipo B riguarda il transito;
  • Il visto di tipo C raggruppa tutte le motivazioni per soggiorni di breve durata o di viaggio fino a 90 giorni, con uno o più ingressi;
  • Il visto di tipo D coincide con i soggiorni di lunga durata(superiori ai 90 giorni).

Note

  1. Decreto legge 286/1998

Collegamenti esterni

Polizia di Stato

Voci correlate